Crea sito

Colleghi Asu Web

Mer10012014

Last update07:47:45 PM

Ultima Ora:

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Notizie Brevi

notizie precariato

Situazione precari, riunione a Palermo, preoccupazioni per lavoratori ex Province

Situazione precari, riunione a Palermo, preoccupazioni per lavoratori ex Province
“Gli amministratori dovrebbero da subito avviare il percorso di stabilizzazione, approvando con estrema urgenza la pianta organica, il regolamento organico, la copertura finanziaria, il piano triennale delle assunzioni”. A dichiararlo è stato di l’assessore regionale ala Funzione Pubblica Patrizia Valenti nel corso di un incontro coordinato da Lorenzo Granata, ex consigliere provinciale, e che ha visto la presenza del sindaco di Catenanuova, Aldo Biondi, di Nicosia, Sergio Malfitano con il vice ...

notizie asu

I seimila precari ASU annunciano lo sciopero: Da tre mesi a secco

I seimila precari ASU annunciano lo sciopero: Da tre mesi a secco
Senza stipendi da tre mesi, senza certezze sui fondi per ii 2015, ora anche i seimila precari dei bacino Asu scendono in piazza, il 15 ottobre incroceranno le braccia e si ritroveranno a Palermo, alle 10. Sarà solo una delle tante proteste annunciate nelle prossime settimane legate alle difficoltà finanziarie e ai tagli della Regione, schiacciata dai vincoli alla spesa del patto di stabilità come ha ammesso nei giorni scorsi lo stesso assessore all'Economia Roberto Agnello. 

dai sindacati

Usb chiede incontro al Ministro Poletti per tutti i lavoratori LSU, LPU e ASU

Usb chiede incontro al Ministro Poletti per tutti i lavoratori LSU, LPU e ASU
Con una lettera urgente indirizzata al Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, la Direzione dell'USB Pubblico Impiego sollecita un incontro urgente per chiedere di mettere a disposizione delle Regioni le somme per pagare gli arretrati dei lavoratori e per programmazione della regolarizzazione degli stessi che dovrà concludersi entro il 2016.
Di seguito il testo della lettera:  

dal mondo del lavoro

Uno studio dimostra la relazione tra lavoro precario e asma bronchiale: il rischio aumenta del 24%, ecco perchè.

Uno studio dimostra la relazione tra lavoro precario e asma bronchiale: il rischio aumenta del 24%, ecco perchè.
Quale relazione può esserci tra lavoro precario easma bronchiale? I risultati di una sperimentazione realizzata da ricercatori dell’Università di Düsseldorf, pubblicati recentemente hanno dimostrato, invece che c’è una stretta relazione tra le due cose.
Che la crisi economica, la perdita del posto di lavoro potesse influire sulla salute mentale di un individuo era ipotizzabile: stati d’ansia, stress, irritabilità, frustrazione sono tutti fenomeni che possono dar luogo anche a disturbi fisici come...

L'On. Maggio: “E’ importante che il decreto del governo nazionale comprenda gli LSU e gli Asu"

“Il parlamento regionale ha compreso, e la condivisione e assunzione di responsabilità da parte dell’assessore competente a nome di tutto il Governo fa ben sperare rispetto all’impegno che deve essere messo in campo a tutela dei precari siciliani”. La vice presidente della commissione lavoro all’Ars, Mariella Maggio commenta così il voto favorevole dell’aula alla mozione sui precari di cui era prima firmataria.
“E’ importante che il decreto del governo nazionale comprenda gli LSU e gli Asu, - ha spiegato durante il suo intervento la parlamentare PD – ma certamente bisogna fare chiarezza sul mancato inserimento, nella proposta graduatoria, dalla quale attingere per la stabilizzazione, dei cosiddetti precari contrattualizzati.

Una svista certamente, ma inaccettabile. La proposta della proroga triennale è un punto essenziale per l’avvio di un piano di stabilizzazione – ha continuato - anche perché allo stato attuale la stessa struttura del ‘decreto 101’ non potrebbe consentire alcuna proroga, anche perché almeno l’80 per cento dei Comuni siciliani è ben oltre i limiti imposti dal patto di stabilità. Bisogna chiarire, inoltre, il significato dell’adeguato accesso dall’esterno per le categorie A e B perché lo stesso riferimento normativo che ha consentito il loro ingresso prevedeva dei criteri di selezione ben chiari. La proposta che noi oggi abbiamo ribadito – ha sottolineato Mariella Maggio - è quella di una graduatoria provinciale per la stabilizzazione, ma è importante che da questa si possa attingere per la stabilizzazione anche presso le sedi periferiche delle amministrazioni centrali. Infine per le categorie C e D quello del concorso è un criterio inderogabile da attuare attraverso il ricorso alla selezione unica per tutte le qualifiche interessate. Ora – ha concluso la parlamentare - il Governo regionale deve trasformare l’impegno in azione concreta. Bisogna raggiungere subito l’obiettivo dell’avvio di un piano di stabilizzazione, sulla base di questi criteri, un obiettivo che se non colto adesso potrebbe sfuggirci per sempre”.

fonte: pdars.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Visite

386660
TodayToday604
YesterdayYesterday1099
This_WeekThis_Week2821
This_MonthThis_Month604
All_DaysAll_Days386660

I Video

I più letti